Nettuno: 5 cose veloci da sapere1 min di lettura

La foto che apre questo breve post è un’immagine di Nettuno scattata dalla sonda NASA Voyager 2 nel 1989.

Ecco 5 cose da sapere su questo pianeta gigante blu del Sistema solare.

1) Nettuno è l’ottavo pianeta in ordine di distanza dal Sole ed è un pianeta gassoso, cioè un pianeta in cui non c’è una superficie su cui poggiare i piedi. I pianeti gassosi sono l’incubo dei pavimentisti.

2) Perché Nettuno è blu? Nettuno è principalmente composto da idrogeno ed elio con sprazzi di metano. Ed è proprio quest’ultimo che rende Nettuno blu. Perché? Perché, come sapete, la luce del Sole è la combinazione di diversi colori, dal rosso al blu. Il metano, per come è fatto, assorbe la luce rossa e riflette quella blu ed ecco il colore del pianeta. Semplicemente, hanno lasciato aperto il gas da quelle parti.

3) Come si formano le nuvole su Nettuno?
Al solito modo, cioè attraverso condensazione. Solo che qui si tratta di metano e ammoniaca che condensano. Ci sono anche nuvole di ghiaccio ad altitudini elevate. Addirittura, pensate, alcuni esperimenti di laboratorio suggeriscono che le nuvole di metano possano far piovere diamanti. E quindi avrebbero più valore i lupini (boni!) su Nettuno che i diamanti.

4) Che cosa sono quelle grosse macchie scure nelle foto di Nettuno? Sono tempeste. Ma tempeste davvero forti, roba da mettersi le montagne in tasca per evitare di volare via. Infatti Nettuno è uno dei posti più ventosi del sistema solare, roba che gli organizzatori dell’America’s Cup di vela pagherebbero oro, anzi platino, anzi lupini. Su Nettuno si può arrivare anche a 2100 km/h di venticello.

5) Finora, la sonda Voyager 2 è l’unica che si è fatto un giro da quelle parti e così da vicino senza entrare in orbita attorno al pianeta, un kiss & ride insomma. La NASA sta pensando a nuove missioni verso Nettuno, ma il tempo stringe: per spedire una sonda in orbita su Nettuno non possiamo andare oltre il 2030. Questo perché per arrivare su Nettuno dobbiamo passare da Giove, altrimenti non riusciamo a piazzare la sonda in orbita attorno a Nettuno.

Come finirà? Boh. Alla fine, come la giri la giri, il problema è sempre lo stesso, ovunque, anche su Nettuno: arrivare al momento giusto e trovare parcheggio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.