Le stelle sulla bandiera del Brasile3 min di lettura

Il mio primo ricordo nitido della bandiera del Brasile risale ai mondiali di calcio del 1994. E non fu un bel ricordo, lo sappiamo tutti.

Anzi, prima ancora della bandiera, a colpirmi fu l’inno nazionale brasiliano, ma questa è un’altra storia. Torniamo alla bandiera invece. Eccola qua.

Ordem e progresso è una citazione tratta dagli scritti del filosofo francese Auguste Comte: “L’amore come principio e l’ordine come base; il progresso come scopo”.

Nella bandiera brasiliana ci sono 27 stelle, le quali sembrano tutte essere disposte in modo molto preciso, non a caso.

E infatti non sono disposte a casa: quelle stelle sono davvero stelle.

Partiamo dall’inizio

Prima di tutto, la Storia. Il Brasile è stato una colonia portoghese dal 1500 fino ai primi decenni del 1800.

Il 7 settembre 1822 ci fu poi la dichiarazione di indipendenza del Brasile, durante un trienno di guerra durato dal 1821 al 1824.

La bandiera del neonato regno brasiliano, con già delle stelle presenti a raffigurare le 19 provincie del regno, era questa qui.

Bandiera del Regno di Brasile nel 1822. I colori rappresentano le famiglie del primo imperatore Pedro I (verde) e della moglie Leopoldina (giallo-oro).

Proseguendo a grandi falcate nella Storia, arriviamo al 1889, anno di proclamazione della Repubblica del Brasile dopo un colpo di stato.

Nuova forma istituzionale e ovviamente via la corona. Il disegno iniziale della bandiera della neonata Repubblica si ispirò alla bandiera degli Stati Uniti, confermando però i colori della dichiarazione di indipendenza.

Disegno iniziale della bandiera brasiliana nel 1889, con 21 stelle per i 21 stati.

Questa bandiera sventolò per soli 5 giorni: troppo simile a quella americana, “nun m’piac’, la dobbiamo cambiare” avranno pensato i brasiliani.

Nonostante il colpo di stato, i repubblicani pensarono fosse una buona idea tenere la struttura della bandiera monarchica. E così tornarono lo sfondo verde con il rombo giallo-oro.

Ma al centro di quel rombo, una grossa novità: una scritta (di cui abbiamo già detto) e un cielo con 21 stelle.

Questa bandiera, con 21 stelle, sventolò dal 1889 al 1960. Poi furono aggiunte altre stelle (corrispondenti a nuovi stati) fino ad arrivare alle 27 attuali.

Il cielo sulla bandiera brasiliana

Che cosa significa quel disegno delle stelle in cielo? L’idea alla base della parte blu della bandiera brasiliana è di rappresentare le stelle presenti nel cielo di Rio de Janeiro nella mattina (alle 8:30) del 15 novembre 1889 (giorno della dichiarazione della Repubblica), proprio nel momento in cui la costellazione della Croce del Sud era sul meridiano della città e, in particolare, il braccio più lungo della Croce era verticale.

Wow, che idea, vero? Ma non è finita: vediamo quali stelle sono rappresentate esattamente sulla bandiera.

Versione attuale della bandiera brasiliana. La legenda relativa ai numeri la trovate nel testo qui sotto.

Ecco le stelle indicate nell’immagine con i rispettivi numeri nell’immagine qui sopra:

1 – la stella Procione;

2 – la costellazione del Cane Minore, la cui stella più grande è Sirio;

3 – la stella Canopo;

4 – la stella Spica;

5 – la costellazione dell’Idra, la cui stella più grande disegnata rappresenta la stella Alphard;

6 – la costellazione della Croce del Sud, di cui abbiamo detto prima;

7 – la stella Sigma Octantis, detta anche stella polare del sud;

8 – la costellazione del Triangolo australe;

9 – la costellazione dello Scorpione, la cui stella più grande disegnata rappresenta la stella Antares.

Insomma, c’è parecchia roba. Si tratta di un cielo che noi dall’Italia non possiamo osservare in quanto ci troviamo nell’emisfero nord, mentre il Brasile si trova in pratica nell’emisfero sud, attraversato pure dall’Equatore.

A proposito di questo fatto, guardate di nuovo l’immagine di sopra con le stelle numerate. Guardate in particolare la stella numero 4, Spica. Questa stella è l’unica, tra quelle disegnate, che si trova sopra l’equatore celeste, sulla sfera celeste appunto.

Piccolo approfondimento: la stella Spica

Ma come mai i grafici della bandiera del Brasile hanno sentito la necessità di mettere la stella Spica, sola soletta, sopra la scritta Ordem e Progresso?

In pratica, la scritta Ordem e Progresso rappresenta l’equatore (terrestre e celeste); siccome parte del Brasile si trova proprio sopra l’equatore (quindi nell’emisfero nord), la presenza della stella Spica sulla bandiera simboleggia proprio quei territori della Repubblica brasiliana.

Ma non solo: lo stato del Parà è uno di quei territori che si trovano in parte sopra l’equatore, quindi nell’emisfero nord. E indovinate un po’ com’è fatta la bandiera dello stato del Parà? Esatto: al centro della bandiera del Parà è proprio raffigurata la stella Spica.

La bandiera dello stato del Parà

Guardare la bandiera del Brasile è come guardare il cielo

Le stelle sulle bandiere abbondano un po’ ovunque. La stella sulla bandiera di Cuba indica l’indipendenza, quelle sulla bandiera USA tutti gli stati. Ma solo le stelle sulla bandiera brasiliana sono davvero stelle, con tanto di dimensioni relative alla loro luminosità apparente in cielo.

Guardare la bandiera brasiliana è come trovarsi di fronte a una carta del cielo. Per la precisione, il cielo di un giorno speciale per i brasiliani.

L’idea di una bandiera del genere è stata sicuramente geniale, senza dubbio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.