Transito di Mercurio, 9 Maggio 2016

Mercurio è il pianeta più vicino al Sole. Il 9 Maggio prossimo transiterà davanti al Sole. Cosa vuol dire? Significa che, dalla prospettiva di noi che siamo sulla Terra, potremo vedere Mercurio come un piccolo puntino scuro che passerà direttamente davanti al Sole.

Immagini di un vecchio transito (Fonte: NASA)

L’ultima volta che è successa questa cosa è stato nel 2006, quindi dieci anni fa. Mentre la prossima volta sarà nel 2019 (trovate tutti i transiti passati e futuri qui).
Per questo motivo vale la pena provare a guardare questo evento, se ne avete la possibilità. Mi raccomando, però:
NON GUARDATE DIRETTAMENTE IL SOLE! USATE LE PROTEZIONI ADEGUATE, TIPO FILTRI SOLARI, ANCHE SE GUARDATE ATTRAVERSO UN TELESCOPIO!

Scusate, ma è una cosa che vi devo dire sempre perché importantissima. Dunque, assumendo che abbiate provveduto alla vostra incolumità e abbiate un telescopio con tanto di filtro solare, allora siete pronti per osservare il transito. Ah, già: a che ora?

Dall’Italia, gli orari sono i seguenti:

Inizio Transito: 13:12
Fase Centrale: 16:57
Fine Transito: 20:42

Tenendo conto che, per esempio a Roma, il tramonto il 9 Maggio è previsto intorno alle 20:18, dunque il momento migliore per osservare il transito di Mercurio sarebbe la prima parte, tra Inizio Transito e Fase Centrale.

Quello che dovreste vedere è ciò che mostra il seguente video della NASA:

Una domanda spontanea a questo punto: visto che Mercurio è così piccolo e il Sole così grande (sia nella realtà che in prospettiva), allora perché non osserviamo il transito con una maggiore frequenza? Il motivo sta nel fatto che il piano dell’orbita della Terra attorno al Sole e il piano dell’orbita di Mercurio non sono esattamente coincidenti e quindi a volte vediamo Mercurio che passa sopra al Sole, altre volte lo vediamo passare sotto.

Fonte: ESO

Un’altra cosa che volevo segnalarvi è il fenomeno della goccia nera. Se riuscirete a beccare l’inizio del transito (oppure la fine, ma visto che sarà già tramonto non credo sarà possibile) potrete osservare questo fenomeno. Per dirla con una foto, sto parlando di questo:

Fenomeno della goccia nera durante un transito di Venere. (Fonte: Jan Herold)

Si tratta di quel fenomeno ottico per cui sembra che il pianeta che transita si stacchi lentamente dall’oscurità, per dirla poeticamente. Questo fenomeno nasce quando la luce passa attraverso una piccola fessura (tipo, il classico esempio delle due dita vicine) ma dipende anche dal tipo di ottiche con cui osserviamo il fenomeno. Probabilmente, peggiori le ottiche del telescopio, maggiore l’effetto goccia nera. Questo effetto goccia nera è solo una curiosità. Se vi capitasse di vederlo durante il transito, beh, ora sapete di che si tratta.

Se poi non avete tempo, non avete un telescopio, le condizioni meteorologiche fanno schifo, allora andate su questo sito dove potrete vedere il transito di Mercurio in diretta.

Per finire, un piccolo suggerimento da romanticone della scienza quale sono io. Se avete deciso di osservare il transito di Mercurio il 9 Maggio, che sia da telescopio vero o dal web, fatelo alle 13:12, quando il transito inizia. Perché? Perché potrete assaporare quella magnifica sensazione di vedere un fenomeno che avviene come previsto dalla scienza con straordinaria precisione. Più di ogni altra cosa, credo che questa sia la vera bellezza di tutto ciò.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: