Quanto ne sai di Astronomia – Risultati

Prima di tutto, buon 2016 anche da parte mia.
Sono certo che, come me, avete sopportato stoicamente l’ondata di sciocchezze astrologiche che ha imperversato, come ogni anno, durante gli ultimi giorni del 2015. Lo so, vi capisco e vi abbraccio tutti forte.

Ma torniamo a qualcosa che avevamo lasciato in sospeso proprio nel 2015 – quale modo migliore per iniziare il nuovo anno se non quello di chiudere i conti di quello vecchio?
Ricorderete di certo che in un post dello scorso Settembre ho dato il via ad un piccolo esperimento, un semplice quiz di 15 domande su alcuni concetti base di astronomia. Si è trattato di un primo seminale esperimento/sondaggio, con alcune cose da migliorare – a proposito, ringrazio tutti voi per i vari suggerimenti che mi avete dato, ne farò tesoro. Non mi aspettavo una partecipazione massiccia, un po’ per pessimismo, un po’ perché comunque il traffico di Quantizzando non parla di milioni di visualizzazioni ma di qualche centinaio al giorno. Magari, quando nei prossimi mesi proporrò un quiz più maturo (e performato al meglio con i vostri suggerimenti) le cose saranno diverse.
Immagino dunque che la maggior parte delle persone che hanno preso parte al mio sondaggio siano anche assidui lettori di Quantizzando. E su Quantizzando c’erano già tutte le risposte giuste del quiz disseminate nei vari post; perciò, lettore di Quantizzando uguale cento per cento risposte giuste (spero!).

Dunque, non posso non ringraziare le 201 gentilissime persone che hanno risposto alle domande del quiz. Un grazie davvero enorme, come braccia di spirale di M101 idealmente vi abbraccio tutti (di nuovo, dopo la faccenda degli oroscopi di sopra, perdonatemi, capisco ne abbiate abbastanza e la smetto).

Ma bando alle ciance. Se siete qui, volete anche conoscere le risposte giuste. E allora partiamo con risposte e percentuali.

Iniziamo con un grafico che mostra la distribuzione delle età dei 201 partecipanti.

Come potete vedere, il picco è attorno ai 40 anni ma c’è stata anche una buona partecipazione di persone un po’ più grandi e di adolescenti (gli intervalli hanno ampiezza 10, quindi il secondo rettangolo dell’istogramma indica persone tra 11 e 20 anni) e ciò mi fa molto piacere.

Ora passiamo alle risposte (cliccate sulle immagini per vedere meglio i risultati e sui vari link per leggere i post su Quantizzando dove le risposte giuste sono spiegate per bene).

La prima domanda chiedeva di dire quale delle affermazioni proposte fosse vera. Il 94% ha dato la risposta giusta (anche se un 4% ha detto che Sole e Luna ruotano attorno alla Terra…).

Nella seconda domanda si doveva indicare il motivo per cui ci sono le maree. Il 94.5% ha dato la risposta giusta, dando la colpa la principale alla Luna.

Terza domanda: cos’è misura un anno luce? Risposta giusta: Distanze, come hanno detto l’89.6% delle persone, infatti un anno luce è la distanza percorsa dalla luce in un anno.

Qual è la nostra posizione nell’universo? La risposta giusta è quella indicata dal 90.5% delle persone, nella periferia della nostra Galassia. Preoccupante il 6.5% che ha risposto al centro della Via Lattea, visto che lì c’è un buco nero supermassiccio!

La domanda 5 ha diviso un poco: quante stelle nella Via Lattea? Ovviamente non il numero esatto, ma l’ordine di grandezza, il quale è stato indovinato dal 74.1%.

Perché ci sono le stagioni sulla Terra? Risposta giusta data dall’81.1% ma quel 16.9% che pensa sia colpa della distanza Terra-Sole non mi piace proprio (io vi ho avvisati, eh!).

Su “cosa sono le costellazioni” siete stati bravi, con il 90% di risposte giuste. Anche se un 4% pensa che possano influire sulla nostra vita…ahia!

Quanti pianeti nel sistema solare?
Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno.
Qualcuno, a quanto pare, ha sbagliato a contare…

Su “Cos’è il Big Bang?” si è creato lo scompiglio. Solo il 30.8% ha risposto bene (espansione dello spazio), mentre il 67.2% pensa sia un’esplosione. Non mi stancherò mai di ripeterlo: No, non è stata un’esplosione!

Quante galassie nell’universo? Francamente non mi aspettavo fosse una domanda da panico. Comunque la risposta giusta è 500 miliardi circa e lo sappiamo grazie a questo ragionamento qui.

Alla domanda “Cos’è il Sole?” il 93% ha risposto bene (a parte qualche buontempone, spero!).
Il Sole è una stella, non dimenticatelo mai.

Si chiedeva di definire “lo studio di come le stelle influenzano la vita delle persone”. Risposta esatta per il 94.5% che ha indicato la pseudo-scienza astrologia come risposta giusta.

Età dell’universo? Risposta giusta è 13.7 miliardi di anni, come indicato dal 94.5%. Il “.7” aggiunto ai 13 miliardi è semplicemente il segno di quello che siamo in grado di misurare grazie alla scienza e al metodo scientifico.

Cosa succederà al Sole? Qui l’84.1% ha indovinato, diventerà una gigante rossa. Per poter aspirare a diventare una supernova alla fine dei suoi giorni, il Sole avrebbe dovuto avere una massa circa dieci volte più grande.

Cos’è la radiazione cosmica di fondo a microonde? Risposta giusta per l’88%.
Si tratta della prima luce proveniente dalla gioventù del nostro universo, quindi niente galassie.

Bene, quindi questo è quanto. Tutto sommato non sono completamente insoddisfatto delle risposte che mi avete dato visto che per ogni domanda, sempre la stragrande maggioranza ha risposto correttamente. Certo, a parte la domanda del Big Bang, su cui mi sa c’è ancora da lavorare parecchio dal punto di vista della divulgazione (non demordo!).

Comunque, spero che questo quiz abbia rappresentato per voi uno stimolo a cercare le risposte giuste e a ragionare, pensare, chiedere, discutere, qualunque cosa che sia stato in grado di farmi pensare, anche solo per un attimo a come funziona questo meraviglioso universo in cui viviamo.

Perché magari poi uno pensa che si tratti di cose lontane dalla nostra vita quotidiana, che alla fine le nostre giornate mica cambiano se sappiamo cos’è la radiazione cosmica di fondo oppure no.
Ma non lo facciamo per migliorare le nostre giornate, per avere gli sconti quando andiamo a fare la spesa. Lo facciamo perché siamo curiosi e perché è stupefacente vedere come le nostre menti con i ragionamenti che facciamo siano in grado di togliere il velo al mistero di come funziona il nostro universo.
Tutto ciò è semplicemente bellissimo.

Ora, dopo avervi lasciato un paio di righe per riflettere, qual è il piano. Dunque il piano è fare un nuovo test verso maggio-giugno. Stavolta avrete le risposte non appena finirete il test. Il suggerimento che posso darvi per fare bella figura con i vostri amici quando poi lo condividerete sui social network è uno solo: continuate a seguire Quantizzando! 😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: