Una mappa del Sistema Solare nel deserto

Se siete abituali lettori di Quantizzando, non dovrebbe meravigliarvi la mia consueta voglia di puntualizzare il concetto secondo cui, a mio avviso, uno dei problemi principali del raccontare l’universo è la capacità di permettere la visualizzazione delle enormi distanze in gioco tra i vari corpi celesti.
Certo, ci sono le galassie e gli ammassi di galassie che sono lontanissimi e separati da distanze inconcepibili alle nostre menti. Tuttavia non c’è bisogno di spingersi così oltre.
Per esempio, in passato avevo già condiviso con tutti voi una meravigliosa mappa del Sistema Solare che io stesso avevo definita seria. E infatti lo era; per chi volesse rivederla, basta cliccare qui.

Ma oggi ho visto qualcosa che, senza nulla togliere alla mappa seria di cui ho appena parlato, mi ha davvero entusiasmato. Si tratta di un video (che potete trovare su Vimeo) ideato da Wylie Overstreet e Alex Gorosh dove i due ragazzi si sono trovati a ragionare proprio sul problema che citavo prima: rendere accessibile la visualizzazione delle distanze in gioco nell’universo.


Il video è in inglese ma di comprensione davvero semplice anche per chi non dovesse conoscere la lingua. Provando a riassumere, l’idea dei due ragazzi è stata quella di creare una mappa reale del Sistema Solare nel deserto del Nevada con tanto di proporzioni rispettate. Voi direte: ma perché nel deserto? Ecco, questo è proprio il punto: anche volendo creare soltanto una mappa, le dimensioni in gioco nel nostro Sistema Solare sono così enormi che c’è davvero bisogno di un ampio spazio libero da qualsiasi infrastruttura naturale e artificiale.

Così i nostri eroi hanno creato una delle più belle mappe che io abbia mai visto, anche solo per l’aspetto pienamente umano della faccenda, ovvero lo stupore davanti alle gigantesche dimensioni dell’universo in cui viviamo, senza parlare, aggiungo io, dell’orrenda corsa di cui l’umanità è spesso protagonista per accaparrarsi piccoli pezzettini del nostro pianeta, il quale, dopotutto, non è nient’altro che una piccola biglia che gira attorno al Sole. Ma quest’ultima è solo una mia considerazione personale, quindi lasciamo perdere.
Comunque, ovviamente non potevo non condividere questo meraviglioso video con voi, qualora non l’aveste ancora visto. Ecco qua dunque e, lasciatemelo dire: wow…

To Scale: The Solar System from Wylie Overstreet on Vimeo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: