Un foglio da piegare 12 volte

Si sente spesso dire in giro che non è possibile piegare un foglio di carta su se stesso più di sette volte. E provando a farlo viene sicuramente da crederci. Per fortuna, però, la scienza si basa sul metodo scientifico; ciò vuol dire che se si trova un esperimento che contraddice la teoria finora comunemente accettata allora la teoria va rivista.
Poi, si sa, le cose capitano per caso. Accade, per esempio, che una professoressa voglia assegnare un credito extra a scuola. E siccome lei le cose le sa dice: “Va bene ragazzi. Un credito extra a chi piega un foglio di carta 12 volte”.
Una ragazza di nome Britney Gallivan ci prova. Senza riuscirci.
Ma Britney non demorde.
Allora ci prova con un foglio d’oro e riesce nell’impresa di piegarlo 12 volte. Ottimo!
Ma la Prof. non ci sta: ha detto carta e carta deve essere se Brittany vuole il credito.
Benissimo, pensa Britney. Ma le cose devono essere fatte con calma, si sa. Allora si arma di carta non per piegarla ma per scriverci sopra.
Pensa che ti ripensa e ragiona che ti ri-ragiona, Britney trova un’equazione che lega tra loro tre quantità: lo spessore di un foglio, la lunghezza di un foglio e il numero di volte in cui vogliamo piegare un foglio nella stessa direzione. (La formula con annessa dimostrazione è qui.)
Viene fuori che per piegare un foglio di carta 12 volte tale foglio deve essere lungo poco più di un chilometro! (in realtà il tutto dipende anche dallo spessore).
Comunque Britney ha la testa dura e trova una particolare azienda che produce una particolare carta igienica che era proprio quello di cui aveva bisogno.
Insomma Britney è pronta. E inizia a piegare. In un solo giorno non solo supera il comune-pensato-mai-provato-record di piegare un foglio di carta sette volte. Ma arriva anche a 10. E poi 11. E alla fine la tanto agognata dodicesima volta documentata con una foto (se l’è meritata, direi).

La scienza ha funzionato ancora. (Fonte: http://pomonahistorical.org/12times.htm)

Ovviamente poi la Prof. ha concesso il credito a Britney!
Tutto è bene quel che finisce bene.
Ma ora possiamo anche sognare in grande. Infatti, poiché possiamo piegare un foglio di carta quante volte vogliamo a patto di averne uno abbastanza lungo, ci possiamo chiedere fin dove possiamo arrivare: il Monte Bianco? L’Everest? Addirittura, la Luna?
Per rispondere a queste domande vi invito caldamente a vedere il video qui sotto (sono disponibili anche i sottotitoli in italiano).

Quindi piegate un foglio di carta 45 volte e arriverete sulla Luna! Formula alla mano, bisognerebbe solo trovare un foglio lungo quasi sette mila miliardi di miliardi di chilometri e poi iniziare a piegarlo in due. Facile, no?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: